Se vince Pisapia…e ha vinto!

Era la nostra ipotesi di lavoro/gioco. E si è avverata.

In primo luogo grazie dunque a Giuliano Pisapia. Che da domani dovrà impegnarsi parecchio – ma proprio parecchio – per tradurre l’energia della campagna elettorale in azioni concrete, che offrano quella prospettiva di cambiamento e rilancio che Milano gli ha chiesto e affidato.

In secondo luogo, grazie a tutti voi che avete letto, segnalato e condiviso online questa piccola, sconsiderata iniziativa. Un miniprogetto nato in quattro e quattr’otto, sull’onda di un entusiasmo tutto istintivo per i risultati del primo turno. Giocare insieme è stato, forse, un ulteriore piccolo modo per alimentare quella energia. E speriamo possa essere di buon auspicio, almeno, per i prossimi 5 anni di Milano.

Infine, grazie a tutti gli autori e gli amici che hanno voluto partecipare. Inclusi i lettori-autori che abbiamo pubblicato e quelli che – perdonateci – non abbiamo potuto inserire. Grazie a loro questo blog si è potuto nutrire di diverse belle idee e, crediamo, di buon fumetto: un piccolo (anzi: piccolissimo) osservatorio su ciò di cui è capace il fumetto italiano. E anche questo, in fondo, speriamo sia un buon auspicio.

Questo blog – e il suo ‘gemello diverso’ – finisce dunque qua.

Per Milano si chiude, come ha scritto qualcuno, “un periodo lungo in cui è stata maltrattata, negletta e gettata via da persone di mediocri qualità come amministratori e leader: di nessuna visione, di poca cultura e scarso interesse per i cittadini”. Di questa stagione, questo blog conserverà un minuscolo frammento: frammenti disegnati, fumetti di chi visse una campagna iniziata piuttosto cupa, e terminata parecchio in allegria.

Per il fumetto online italiano, invece, beh: è qui fuori. Fatevi una scampagnata di letture. Magari partendo da qui, o qui, oppure qui, quo e qua. In Rete si affacciano ogni mese nuovi progetti e nuovi autori. Alcuni, in grado persino di offrire un’energia (creativa) capace di fare breccia nelle teste e nei cuori degli (e)lettori… Insomma: ci sarà certamente di che leggerne, nei prossimi anni; e se avrete voglia di chiacchierarne, ci si potrà anche ritrovare altrove.

Per salutarci, potevamo non affidarci al disegno? Non una strip – sapete com’è: i fumettisti sono già in giro a festeggiare – ma almeno una vignetta. Che è firmata Voglino/Giorgini:

Ciao a tutti!

Pubblicato in Ale Giorgini, Andrea Voglino | Contrassegnato , | Lascia un commento

Dal brodo primordiale… (di Squaz)

Ed eccoci all’ultima strip anche per questo blog. Firmata Squaz, illustratore e fumettista [il suo ultimo graphic novel è Dimmi la verità]

Pubblicato in Squaz | Contrassegnato , | Lascia un commento

Identità segreta (di Sergio Ponchione)

Una strip firmata Sergio Ponchione, fumettista e illustratore [il suo ultimo libro è Grotesque]

Pubblicato in Sergio Ponchione | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Offro un caffé (di Claudio Calia)

Strip di Claudio Calia, fumettista e curatore di Sherwood Comix

Pubblicato in Claudio Calia | Contrassegnato , | Lascia un commento

Siamo tutti milanesi (di Emanuele Rosso)

Una nuova strip di Emanuele Rosso

Pubblicato in Emanuele Rosso | Contrassegnato , | Lascia un commento

Il Signore delle mosche(e) (di Tuono Pettinato)

Una strip di Tuono Pettinato, fumettista superamico [il suo ultimo libro è Garibaldi]

Pubblicato in Tuono Pettinato | Contrassegnato , | 1 commento

Giuliano e Letizia (di Luigi Bicco)

Una strip firmata dall’illustratore Luigi Bicco

Pubblicato in Luigi Bicco | Contrassegnato , , , | 1 commento